Notify

Menu

Sono idoneo...o no?

Per donare bisogna attendere:

  • 2 settimane dopo guarigione da influenza e dopo terapia antibiotica.
  • 48 ore dopo vaccinazione anti-influenzale, anti-tetanica, anti-pertosse, anti-epatite.
  • 4 settimane dopo vaccinazione anti-rosolia, anti-morbillo, anti-parotite, anti-tubercolare, anti-polio, anti-vaiolo.
  • 4 mesi dopo esami endoscopici, trasfusioni,trapianti, tatuaggi, piercing, agopuntura, rapporti sessuali a rischio, lesioni da ago o contaminazione con sangue, interventi chirurgici.
  • 6 mesi dopo completa guarigione da toxoplasmosi, mononucleosi, malattia di lyme.
  • 1 anno dopo gravidanza portata a termine.


Non è possibile donare se:

  • C’è stato un calo di peso recente ingiustificato
  • Si è in gravidanza o durante l’allattamento
  • Si è raffreddati
  • Ci sono allergie in atto

Chiedere consiglio al medico in caso di cure dentarie.

Sono cause di NON IDONEITÀ alla donazione:
Malattie autoimmuni, malattie cardiovascolari, malattie del sistema nervoso centrale, neoplasie o malattie maligne, tendenza all’emorragia, crisi di svenimento, epilessia, diabete, policitemia vera, epatite con eccezione dell’epatite A, HIV/AIDS, sifilide, trapianto di cornea/dura madre, alcolismo cronico, assunzione di droghe.

Per chi lavora:

La Legge n.219 del 21/10/2005 art.8 riconosce il diritto a una giornata di riposo al donatore sottoposto a prelievo di sangue, conservando la normale retribuzione per la medesima giornata, anche ai fini pensionistici.
Al fine di usufruire del riposo il centro rilascia su richiesta del donatore un apposito certificato che va consegnato al datore di lavoro.

SICUREZZA E CONTROLLI

La sicurezza nella donazione è l’obiettivo primario che il Servizio Sanitario Nazionale e i trasfusionisti si sono imposti. A garantirla c’è l’utilizzo di materiale sterile e monouso, oltre a tutti i controlli effettuati prima e dopo la donazione allo scopo di salvaguardare la salute del donatore e garantire la sicurezza del ricevente.
Il ricorso a donatori periodici e consapevoli è uno dei mezzi ritenuti oggi tra i più utili per garantire la sicurezza trasfusionale. L’AVIS e tutte le altre associazioni di donatori lavorano ogni giorno per questo.

news
LAST NEWS

Avis Provinciale L'Aquila_Nuovo Direttivo

Si è rinnovato il Direttivo dell'Avis Provinciale dell'Aquila per il quadriennio 2017/2020.Il Direttivo è così composto:Carica Nominativo Avis di appartenza Presidente Antonio Giovanni IULIANELLA PescinaVice Presidente Vicario Augusto De Vecchis ...

continua ›
IN EVIDENZA

->TERREMOTO CENTRO ITALIA - Situazione CT della Prov. de L'Aquila

L'Avis Provinciale L'Aquila, vista la grande affluenza di Donatori che si stanno recando in queste ore presso i Centri Trasfusionali di Avezzano, L'Aquila e Sulmona, invita tutti gli intenzionati a donare sangue a programmare la propria donazione anche nel corso della prossima settimana.Il ... continua ›

->TERREMOTO CENTRO ITALIA - Situazione Sangue Provincia de L'Aquila

L’Avis Provinciale L’Aquila è in costante contatto con i Responsabili del Servizio Trasfusionale Regionale per monitorare costantemente il fabbisogno di sangue a seguito del grave terremoto che questa notte ha colpito il Centro Italia; allo stato attuale le scorte sangue ci ...continua ›

->CT Avezzano - Trasferimento temporaneo attività di raccolta sangue

L'Avis Provinciale L'Aquila comunica che è stata completato l'allestimento della TIR emoteca messa a disposizione della ASL Avezzano-Sulmona-L'Aquila da codesta Associazione per la gestione transitoria delle attività di raccolta del sangue e degli emocomponenti, in vista della ...continua ›

->L'AVIS Provinciale L'Aquila sostiene il sogno di Iaia ONLUS

Iaia è una bella bimba di Roccaraso (AQ) di sei anni. Due anni fa, in un'estate che sembrava uguale a tante altre, le viene diagnosticata una malattia terribile. Si chiama neuroblastoma, un tumore raro che da poche possibilità di sopravvivenza.Iaia è stata curata in Italia e ha combattuto ...continua ›

Leggi tutte le news

Adisco
DONAZIONE SANGUE CORDONE OMBELICALE